COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO

Costruzioni Ambiente e Territorio

L'indirizzo COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO continua la tradizione del GEOMETRA.

Cos'è

L’indirizzo di studi COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO raccoglie l’eredità dello storico corso di studi per GEOMETRA, figura professionale le cui origini si ritrovano nelle antichissime figure storiche dell’arpedonapta egizio e dell’agrimensore romano.
Nel panorama lavorativo italiano il Geometra è da oltre un secolo il punto di riferimento di tutte le figure tecniche che si occupano di territorio, punto di raccordo tra la fase di progettazione delle opere e quella realizzativa, il cantiere, suo ambiente operativo per eccellenza.
Oggi la figura si è molto evoluta con l’utilizzo di tecnologie che hanno modificato moltissimo le tecniche operative ma mantengono inalterata la sua vocazione verso il territorio in tutte le sue declinazioni, dall’ambiente costruito a quello naturale.
In questo momento particolare il diplomato CAT è molto richiesta sia negli studi tecnici che nelle aziende che operano nel settore delle costruzioni, in quanto è una figura strategica nella filiera edilizia.

Il percorso di formazione consente di acquisire, oltre alle competenze di Italiano, inglese, matematica, quelle specifiche per affrontare la gestione del territorio in tutti i suoi aspetti. Il rilievo, con tecniche tradizionali arrivando a quelle più innovative, come i sistemi GNSS, satellitari, l’utilizzo della fotogrammetria anche da drone e i laserscanner.
La topografia, ora divenuta Geomatica, è un ambito in cui il diplomato CAT rimane il dominatore assoluto, con competenze superiori anche a professionisti con qualifiche di livello universitario. L’estimo, ovvero le tecniche per arrivare a determinare il valore economico di beni immobili siano essi terreni, fabbricati o colture è un altro settore in cui il diplomato CAT si muove con disinvoltura.
La progettazione, con particolare attenzione all’aspetto architettonico, ma senza tralasciare l’aspetto strutturale e impiantistico è invece un terreno in cui l’ex geometra si trova a dialogare con tutti gli altri professionisti del settore, con un particolare valore aggiunto dato dalla sua innata versatilità che gli consente di operare agevolmente in realtà di cantiere, il luogo in cui le idee diventano realtà, così come in studio, luogo in cui le esigenze divengono idee e progetti.
Ad iniziare dai primi anni, attraverso il disegno tecnico, subito affiancato dall’utilizzo di sistemi CAD, software di progettazione computerizzata arrivando a modellazione tridimensionale BIM, Building Information Modeling, ovvero costruzioni di modelli in realtà virtuale per la progettazione, la stima dei costi, l’avanzamento dei lavori in edilizia si sviluppano le competenze di disegno e di visualizzazione tridimensionale.
I cinque anni prevedono un biennio in cui alla formazione culturale di base si affianca il disegno e lo studio delle tecnologie edilizie basilari e un successivo triennio in cui le competenze tecniche si consolidano attraverso le discipline di indirizzo come Topografia, Progettazione Costruzioni e Impianti, Geopedologia ed estimo e Gestione Cantiere e Sicurezza. Lo studio dell’inglese è presente in tutti i cinque anni.
Il percorso ha quindi come obiettivi:
– Sviluppare competenze specifiche di progettazione, topografia, estimo, gestione cantiere, sicurezza
– Avvicinare gli studenti a realtà lavorative tecniche, professionali.
– Favorire la capacità di analizzare e risolvere problemi, lavorare in team, sapersi relazionare in
contesti diversi.
– Fornire la preparazione per poter affrontare agevolmente percorsi Universitari o di Istruzione
Tecnica Superiore afferenti al territorio in tutte le sue accezioni.
Materie caratterizzanti.
– Progettazione, Costruzioni, Impianti , in cui si affrontano le problematiche relative alla realizzazione di edifici e opere di ingegneria civile, da un punto di vista architettonico, con attenzione all’aspetto strutturale, impiantistico e con un occhio di riguardo all’utilizzo di materiali ecocompatibili e alle tecniche di risparmio energetico.
– Topografia, ambito principe di attività del diplomato CAT, in cui si acquisiscono competenze per
rilevare l’ambiente sia costruito che naturale, con tecniche tradizionali e innovative, con utilizzo di attrezzatura tecnologicamente avanzata.
– Geopedologia ed Estimo, disciplina in cui si affrontano le problematiche relative alla stima di immobili e processi lavorativi, le procedure di aggiornamento catastale e le problematiche di ecosostenibilità ambientale.
– Gestione cantiere e sicurezza. Materia trasversale in cui si affrontano le problematiche di organizzazione di un ambiente di lavoro particolare come il cantiere edile con una attenzione particolare alle problematiche relative alla sicurezza sui luoghi di lavoro.
ATTIVITA’ LABORATORIALI

L’approccio alle materie tecniche professionali avviene utilizzando laboratori informatici, per quanto riguarda la progettazione, la restituzione e l’elaborazione di rilievi topografici, la risoluzione di problemi mediante software specifici.

Per quanto riguarda la topografia, oltre agli aspetti teorici, si affrontano esercitazioni con utilizzo di attrezzatura tradizionale, stazioni totali, con attrezzatura GNSS, con ricevitori satellitari, e con tecniche fotogrammetriche, anche da drone e con utilizzo di laserscanner.

Il Diplomato CAT ha una serie di possibilità molto interessanti per il proprio futuro. In questo momento particolare la figura è particolarmente ricercata sia per le funzioni tecniche progettuali, che per quelle di coordinamento delle attività di cantiere. Le possibilità possono essere sia come dipendente presso enti pubblici o aziende private, che come libero professionista attraverso un percorso abilitante. Altra strada molto importante è l’eventuale prosieguo degli studi. Gli indirizzi più coerenti sono le facoltà di Architettura, Ingegneria, Geologia. Una altra interessante possibilità sono gli ITS Academy, ovvero i percorsi di formazione terziaria professionalizzante. Nuove realtà formative in fase di avvio che mirano a creare professionalità strettamente connesse alle esigenze del mondo del lavoro, in cui il diplomato CAT può approfondire aspetti specifici e innovativi con un tirocinio in realtà lavorative che apre molte strade lavorative

PCTO
Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento

Il tirocinio in realtà lavorative fa parte della tradizione del corso da molto prima che la normativa lo prevedesse. Per l’allievo CAT il PCTO è una occasione vera e importante di avvicinamento al mondo del lavoro e sono moltissimi i casi ove il rapporto tra lo studente e il soggetto ospitante prosegue nel tempo con collaborazioni lavorative effettive. La scuola collabora con moltissimi studi tecnici, imprese di costruzioni, agenzie immobiliari, uffici tecnici pubblici prestando grande attenzione all’effettiva efficacia delle esperienze che ampliano moltissimo la visione degli studenti e consentono loro di sperimentare i diversi risvolti lavorativi del settore.
VISITE D’ISTRUZIONE E USCITE DIDATTICHE
Durante l’anno scolastico vi sono molte occasioni di uscite didattiche per visite a cantieri, mostre o esercitazioni sul campo, come ad esempio nello scorso a.s. gli allievi della classe 4^ hanno effettuato il Rilievo di della abbazia di San Pietro dei Monti nel comune di Toirano, in cui, oltre a una escursione in uno dei posti più incantevoli delle nostre Alpi Marittime, hanno potuto eseguire un rilievo dell’edificio e del sito con tecniche tradizionali, con tecniche satellitari e, grazie alla collaborazione di un nostro ex allievo, ora affermato e competente topografo, con Laserscanner 3D.

Una altra esperienza molto interessante è stata, grazie a un PON in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Alassio, il rilievo con fotogrammetria da drone della Torre Santa Croce di Alassio, in cui l’edificio, ubicato in una posizione molto impervia e praticamente irraggiungibile, è stato completamente ricreato in 3D attraverso la ricomposizione di circa 80 riprese fotografiche effettuate in volo.

Ulteriori occasioni per ampliare il proprio bagaglio culturale sono i periodi di studio all’estero organizzati dall’istituto per approfondire la lingua inglese come ad esempio la permanenza Broadstairs a cui hanno partecipato anche numerosi allievi del corso CAT.
Siamo come isole nel mare, separate in superficie, ma collegate nel profondo”…
Questo è uno dei progetti dell’a.s. 2023-24 relativo ai Percorsi per l’Orientamento svolto dalla classe 3° A, dell’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio del nostro Istituto presso Rimini. Il progetto ha offerto la possibilità di visionare direttamente il cantiere waterfront “Parco del Mare”, finalizzato a rendere il lungomare della città di Rimini completamente pedonalizzato, con tanto verde, aree per lo sport e la socialità, piste ciclabili e dune, che unirà così il centro urbano e l’arenile attraverso la natura. Un’opportunità formativa molto stimolante per i nostri futuri progettisti. Il viaggio ha compreso anche la visita ad Assoform Romagna, un ente di formazione che ha al suo attivo un vasto ventaglio di percorsi formativi, molti dei quali attinenti l’ambito professionale degli studenti dell’indirizzo CAT.

 

Struttura responsabile dell'indirizzo di studio

Orario delle classi

ORARIO SETTIMANALE

ORARIO CAT

pdf - 30 kb

Contatti