Archivi categoria: ARCHIVIO ARTICOLI

Presentazione del libro “Destinazione Ravensbruck”

Proseguono all’istituto Giovanni Falcone  le attività collegate al Giorno della Memoria. Lunedì 27 gennaio, data ufficiale della commemorazione della Shoah, si svolgerà la presentazione dell’opera “Destinazione Ravensbruck, l’orrore e la bellezza nel lager delle donne”.

Le coautrici Laura Amoretti e Raffaella Ranise incontreranno gli studenti per presentare il libro che ricostruisce storie di deportazioni al femminile nel campo di concentramento di Ravenbruck ( letteralmente Il ponte dei corvi ). Situato a circa 90 km a nord di Berlino, il campo viene aperto nel maggio 1938. Vi furono deportate bambine, ragazze, donne, alcune di loro perché ebree, altre in quanto detenute politiche, comuniste, socialdemocratiche, ma anche testimoni di Geova e donne accusate di violazione delle leggi sulla purezza della razza per aver intrattenuto rapporti con uomini di “razza “inferiore. A partire dal 1942 le internate di Ravensbruck furono  usate come cavie umane per esperimenti pseudoscientifici. Alla fine della guerra il campo ospitava circa 45.000 internati in prevalenza donne, 3000 delle quali  furono liberate  dall’Armata sovietica il 30 aprile del 1945. Le testimonianze delle sopravvissute  hanno consentito alle autrici di raccogliere  storie ancora poco note, che forse senza quest’opera sarebbero rimaste del tutto sconosciute. Insieme all’infinito dolore le loro vite ci raccontano anche  momenti di grande umanità  e di  straordinario coraggio.

Intitolazione del Laboratorio Scienza e Natura alla scienziata Bice Neppi

 

 

Nell’ambito delle manifestazioni per il Giorno della memoria, che prevedono diversi eventi, giovedì 23 gennaio alle ore 12 si svolgerà la cerimonia di intitolazione del nuovo laboratorio Scienza e Natura alla professoressa Bice Neppi, illustre scienziata vittima delle discriminazioni razziali. Alla presenza delle autorità, dei genitori degli alunni e del personale della scuola sarà apposta la targa commemorativa donata dal Comune di Loano. Bice Neppi, docente di Chimica al Politecnico di Milano e all’Istituto Sieroterapico sin dagli anni venti,  svolse importanti ricerche nel campo dell’opoterapia e dell’endocrinologia, studiò le vitamine e le relative applicazioni nel campo dell’industria farmacologica. Nel 1938, in conseguenza delle leggi razziali, fu dichiarata decaduta dall’insegnamento. Dovette fuggire e nascondersi sotto falso nome per evitare la deportazione che invece toccò ai suoi fratelli. Trovò ospitalità a Novi Ligure dove potè mettere in atto la sua scoperta, l’estratto surrenalico Emazian che trasformò la Bioindustria di Novi in una grande azienda. Alla fine della guerra rifiutò la proposta di reintegro nella docenza universitaria, ma continuà a lavorare assiduamente e nel 1960 ebbe uno straordinario risultato con la scoperta della proteina recovery factor. Dicono dal Falcone “ La nostra scuola è costantemente impegnata per offrire agli  studenti  occasioni di conoscenza e di riflessione sui temi della storia e della memoria. La vita della professoressa  Neppi è un magistrale esempio di  donna libera, emancipata, coraggiosa  che in tempi  bui e a rischio della vita ha difeso e continuato a coltivare  la sua passione  per le scienze. Come persona  discriminata, come donna e scienziata offesa  merita di essere  ammirata e ricordata.  Siamo orgogliosi di intitolare a Lei il nuovo Laboratorio di Scienze e Natura  dove  studentesse e studenti possono coltivare la loro passione per le discipline scientifiche.”

ECDL ISCRIZIONE PRENOTAZIONE E COSTI

Le sessioni d’esame saranno effettuate una volta al mese secondo un calendario di volta in volta confermato. Potranno essere organizzate delle sessioni supplementari comunicate 15 giorni prima. La sessione potrà essere rimandata se non si raggiunge un numero minimo di candidati.

I Pagamenti devono essere effettuati sul conto corrente bancario – Banca Alpi Marittime, Iban: IT58Y0845049430000000080002 intestato a I.I.S.S. “G. Falcone” con causale relativa alla richiesta di “n°… Esami” e/o “n°… Skill Card .

Il candidato deve presentarsi all’esame con un valido documento di riconoscimento.

La prenotazione degli esami deve essere effettuata almeno 5 giorni prima della data indicata. La prenotazione può essere fatta attraverso il modulo online:

MODULO REGISTRAZIONE SKILL CARD + ESAMI ECDL

MODULO PRENOTAZIONE SESSIONE ESAMI ECDL

COSTI.

SKILL CARD CANDIDATI ESTERNI €. 70,00
SKILL CARD CANDIDATI INTERNI €. 55,00
ESAMI BASE E FULL STANDARD CANDIDATI ESTERNI €. 22,00
ESAMI BASE E FULL STANDARD CANDIDATI INTERNI €. 18,00
ESAMI ADVANCED OFFICE €. 65,00
ESAME FULL STANDARD UPDATE
ESAME CAD 2D
ESAME CAD 3D
ESAME LIM

 

 

CYBERBULLISMO

Com’è noto le attività relative al fenomeno del cyberbullismo sono entrate a far parte, sempre più frequentemente, delle iniziative di formazione per favorire la conoscenza e la consapevolezza di un corretto utilizzo delle nuove tecnologie e dei social.

Anche la componente genitoriale, che ricopre un ruolo fondamentale nell’azione educativa, necessita di essere coinvolta, considerato che solo grazie al contributo di tutti è possibile arginare i danni derivanti da un uso eccessivo e non responsabile degli strumenti tecnologici e dalla diffusione di un linguaggio inappropriato e ostile, lontano da quella cultura del rispetto che la scuola pone tra gli obiettivi primari del suo ruolo educativo.

La scuola, grazie agli strumenti atti ad assicurare il giusto rapporto scuola-famiglia, è quindi chiamata a proporre e ad avviare una riflessione su queste tematiche con i genitori, all’interno delle scuole di ogni ordine e grado.

Per questo scopo è stato prodotto dall’Ufficio scolastico regionale per la Liguria, con il contributo di esperti della Polizia postale, un breve video destinato alle famiglie, per avviare una prima informazione e ribadire, ancora una volta, la necessità di una operosa collaborazione tra scuola e famiglia.

Scocciamo il traffico

Loano un flash-mob per sperimentare le novità del Piano Urbano del Traffico

Loano. La modifica “virtuale” della viabilità con nastro adesivo, l’installazione temporanea di elementi di arredo urbano quali sedie e panchine e poi una serie di interviste per capire cosa piace e cosa, invece, va rivisto. E’ quanto accadrà sabato 14 dicembre a Loano, nella zona dell’incrocio tra viale Silvio Amico, via Enrico Toti e via dei Gazzi: qui dalle 9 alle 14 si svolgerà un flash-mob che si propone di sperimentare in concreto e presentare alla cittadinanza la nuova viabilità e la nuova “piazza passante” progettata dagli studenti dell’istituto Falcone. 

Nei mesi scorsi l’amministrazione comunale e l’assessorato alla polizia locale di Loano hanno dato il via all’aggiornamento del Piano Urbano del Traffico (Put) della città, la cui precedente versione risaliva al 2010. Tale operazione è stata varata anche e soprattutto alla luce della necessità di avere una mobilità sempre più sostenibile e di restituire alla cittadinanza spazi comuni il più possibile vivibili e gradevoli.

Nel processo di elaborazione del nuovo Put sono stati coinvolti anche gli studenti delle classi quinte dell’indirizzo Cat (Costruzioni, Ambiente e Territorio, il vecchio indirizzo “geometri”) dell’istituto Falcone, coordinati dall’architetto Danilo Odetto in sinergia con l’assessorato ed il comando di polizia municipale di Loano. 

Tra i primi risultati di questo lavoro c’è la riprogettazione di uno dei principali nodi della viabilità loanese, cioè l’incrocio tra viale Silvio Amico, viale Enrico Toti e via dei Gazzi. Per quest’area esperti e studenti hanno ideato una “piazza passante”, così definita in quanto la sua conformazione comporta la circolazione moderata del traffico. 

“Abbiamo deciso di coinvolgere gli studenti del Falcone nell’elaborazione del nuovo Put – spiegano il sindaco Luigi Pignocca e l’assessore alla polizia locale Enrica Rocca – perché in possesso delle conoscenze tecniche e professionali necessarie a svolgere questo ruolo e perché dotati della giusta sensibilità per comprendere in quale modo la nostra città dovrà cambiare in futuro per diventare più vivibile, specie dal punto di vista dell’impato del traffico. Il progetto elaborato si colloca proprio in questa direzione: comporta una riduzione degli spazi riservati alla circolazione automobilistica e un incremento delle aree riservate ai pedoni, alla socialità e alle attività commerciali, che verranno valorizzate dalla presenza di nuovi spazi pubblici più gradevoli e più facilmente fruibili da parte dei cittadini”. 

 

PON 4427: Un lavoro per Misuratori della Terra

Alassio/Loano. Gli allievi dell’Istituto Falcone di Loano e dell’Istituto Comprensivo di Alassio stanno svolgendo un interessante percorso conoscitivo finalizzato al recupero della Torre Santa Croce di Alassio attraverso un progetto PON, Programma Operativo Nazionale, volto a sensibilizzare gli allievi alla scoperta e tutela del patrimonio culturale ed artistico.

In particolare gli studenti del corso CAT, Costruzioni, ambiente e territorio (ex geometri), stanno eseguendo un rilievo fotogrammetrico utilizzando il supporto di droni, tecniche satellitari e convenzionali per costruire il modello 3d di quanto rimane ancora in piedi della torre, al fine di avere una immagine precisa e definita della consistenza e delle condizioni dei resti della torre saracena che domina il Capo Santa Croce, al margine orientale del territorio di Alassio, con una vista mozzafiato sull’Isola Gallinara e sul golfo.

L’edificio è probabilmente una torre di avvistamento e per le comunicazioni strategiche ed è ubicata in una posizione estremamente aperta e quindi anche problematica sia da conservare che da rilevare. Il lato crollato affaccia su un versante con strapiombo di diverse decine di metri. Un rilievo di tipo tradizionale sarebbe estremamente problematico e pericoloso per gli operatori. L’utilizzo quindi della fotogrammetria da drone costituisce una possibilità estremamente interessante, utilizzata in moltissimi ambiti per determinare la consistenza di siti e edifici con osservazioni effettuate anche da posizioni normalmente inaccessibili.

Nel progetto in cui sono impegnati ragazzi del quarto e quinto anno del corso Costruzioni Ambiente e Territorio, coordinati dai docenti ing. Sandro Cosentino e ing. Rocco Frano, è presente in qualità di esperto esterno il geom. Giampaolo Grosso, competente topografo di Finale Ligure che vanta un curriculum di tutto rispetto con importanti lavori e consulenze svolte Italia e all’estero.

Dopo una fase preparatoria svolta a scuola è stato effettuato il rilievo vero e proprio con il volo e la ripresa di circa 80 immagini che successivamente sono state elaborate in aula con creazione di un modello tridimensionale della torre e di tutto il sito da cui, oltre a una visuale spettacolare e suggestiva dei luoghi, è possibile estrarre misure dettagliate e precise. Gli studenti hanno avuto la possibilità di partecipare alle operazioni di un rilievo topografico di altissimo livello, con utilizzo di attrezzatura all’avanguardia.

Evento di Educazione Finanziaria

PROGETTO DI EDUCAZIONE FINANZIARIA PER RISPARMIATORI
 Aula Magna dell’Istituto G. Falcone, 16 dicembre 2019, ore 17.30
Relatore: dott. Emanuele Di Napoli, formatore ANASF

Se vuoi essere felice un giorno, dai una festa. Se vuoi essere felice due settimane, fai un viaggio. Se vuoi essere felice per un mese, spendi tutto ciò che hai; ma se vuoi essere felice per tutta la vita, cerca dentro di te uno scopo degno. (anonimo)

L’iniziativa è rivolta alle famiglie degli studenti e al personale docente e non docente dell’Istituto.

L’ANASF, Associazione Nazionale Consulenti Finanziari, forte dell’esperienza del progetto “Economic@mente – Metti in Conto il tuo Futuro”, lanciato nel 2009 e dedicato agli studenti della scuola superiore, a cui l’Istituto Falcone ha aderito ormai da diversi anni, ha ora realizzato un’iniziativa rivolta agli adulti che si inquadra nelle attività promosse dal Comitato per la Programmazione e il Coordinamento delle Attività di Educazione Finanziaria (quellocheconta.gov.it).

La Strategia mira ad assicurare che tutti dispongano di conoscenze finanziarie di base, utili per fare scelte adeguate alla propria situazione economica e coerenti con le proprie preferenze.

L’Acqua minerale di Calizzano e l’Istituto Falcone

Tutte le opere saranno esposte presso Palazzo Doria a Loano
dal 7 al 21 febbraio 2020

L’Acqua Minerale Calizzano lancia per il 2° anno il contest creativo per il corso di grafica delle classi 3° e 4° dell’ Istituto d’Istruzione Secondaria “Giovanni Falcone” Loano; Il tema è “L’Ecolologia e la sostenibilità ambientale”.

La partecipazione è gratuita e aperta a tutti gli studenti del corso. I partecipanti sono invitati a ideare una creatività grafica – in totale 14 – che verranno utilizzate per la creazione e stampa del calendario 2020 dell’ Azienda Acqua Minerale Calizzano. Sono ammesse tutte le forme artistiche quali grafica, pittura, fotografia, illustrazione, fumetto, etc…

Tutte le opere saranno esposte presso Palazzo Doria a Loano dal 7 al 21 febbraio 2020.

Saranno assegnati 2 premi:

– Il premio SOCIAL: le creatività saranno giudicate dal pubblico social sommando i LIKE attraverso un concorso a votazione sul profilo facebook e Instagram dell’Azienda Calizzano a partire dal 2/12/19 al 9/12/19 fino ore 10.00

– Il premio GIURIA TECNICA: una commissione tecnica composta da rappresentanti del mondo dell’ imprenditoria, della cultura, dell’arte e del design saranno chiamati a decretare il migliore.

Lunedì 9 dicembre alle ore 12.00 avverrà la proclamazione dei vincitori presso l’aula Magna dell’ Istituto Falcone.

I vincitori riceveranno come premio una targa di riconoscimento mentre all’ Istituto, l’Azienda Acqua Minerale Calizzano Srl, donerà materiale e attrezzature per il laboratorio fotografico di seguito elencati:

– Andoer Softbox Fotografia Illuminazione Kit,Set di Montaggio per Foto in Studio Fotografico Prodotto, Ritratto e Riprese Video,con 2mx3m Sistema di Supporto per Fondali in Movimento Borsa da Trasporto

– Essort Darkroom Bag Pellicola Changing Bag, Foto Cameras Borsa Fasciatoio Portatile per Camera, Pellicole Professionali Borsa per Cambio Rullino, Film Grande Borsa Fasciatoio, 60cm x 55cm, Nero

– Borsa BODYGUARD 5 * per fotocamera SLR Camera + 2 lenti – Nikon

– Nikon D5600 – Fotocamera Reflex Digitale + Obiettivo AF-P DX NIKKOR 18-55mm f/3.5-5.6G – Nero

– Sandisk Extreme Pro Scheda di Memoria da 64 Gb, Velocità di Lettura Fino a 170 MB/S, Classe 10, U3, V30

– Trusda USB 3.0 Lettore di Schede SD, supervelocità USB 3.0 Card Reader, Adattatore Memory Card, Lettore di Schede CF, SD, Micro SD e Tanto Altro per MacBook, iMac, MacMini, Surface PRO,Yoga,PCS And Laptops

– Neewer Kit d’Illuminazione Strobo Flash 400W da Studio per Fotografia: (1) Monoluce S-400N, (1) Diffusore, (1) Softbox, (1)33″ Ombrello, (1) RT-16 Trigger, (1) Cavalletto con Attacco Bowens.

Acqua Minerale Calizzano da sempre impegnata per la sostenibilità ambientale. L’obiettivo è puntare sul vetro ed eliminare almeno il 60% delle bottiglie di plastica in due anni. Porta la firma dell’Acqua minerale Calizzano una nuova iniziativa che, attraverso il servizio di consegna a domicilio dell’acqua delle Fonti Bauda, rigorosamente imbottigliata in vetro, mira a liberare le tavole dai “vecchi contenitori”.

La rivoluzione parte da varie regioni d’Italia dove il marchio Calizzano è presente ed è stata avviata la distribuzione porta a porta. Ma il progetto è destinato a espandersi in tutto il territorio Nazionale

«L’azienda – spiega Pier Paolo Gallea, responsabile marketing – ha varato un progetto di sostenibilità ambientale che mira a ridurre drasticamente il consumo di plastica sia per quanto riguarda le bottiglie da litro sia per quelle da mezzo. Si tratta di un’iniziativa che parte dalla Liguria, ma che è già attiva in Emilia Romagna e nel Veneto e che presto si svilupperà su tutto il territorio nazionale. Approderà nelle scuole. Andremo a spiegare agli studenti l’importanza di sostituire la plastica con il vetro non solo dal punto di vista ambientale, ma anche per quanto riguarda il gusto e la conservazione dell’acqua».

L’Azienda incentiva i propri distributori e le nuove realtà che vogliono  organizzare il servizio a domicilio supportandoli a livello logistico e promozionale. Le ricadute del progetto, inoltre, sono occupazionali.

«In Liguria ogni giorno le richieste per ricevere acqua a domicilio aumentano dalle 30 alle 50 unità – continua Gallea – L’effetto è una crescita dei posti di lavoro: con l’avvio della distribuzione a domicilio in varie zone d’Italia ha portato ad un incremento di nuove assunzioni».

Commentano dall’Istituto Falcone di Loano: “La collaborazione con l’Acqua minerale di Calizzano rappresenta per gli studenti di Grafica del Falcone una preziosa occasione per confrontarsi sin dal terzo anno di corso con la professione del grafico e acquisirne gli strumenti. La modalità del concorso li ha stimolati ad una competizione positiva fatta di ricerca, emulazione, ma anche di collaborazione. In particolare abbiamo molto apprezzato la scelta di sviluppare il tema della sostenibilità ambientale che giustamente oggi proprio i giovani rivendicano come diritto al proprio futuro.”

 

Confcommercio, “Orientamento al lavoro”

La settima edizione del progetto ha visto il coinvolgimento di circa 400 studenti, oltre 2.000 dall’inizio del percorso.

Savona. Per il settimo anno consecutivo oltre 200 gli studenti degli Istituti Secondari Superiori Tecnico-Commerciali e Turistici della Provincia di Savona, sono stati presenti questa mattina nella Sala della Sibilla del Priamar a Savona per la conclusione del progetto “Orientamento al lavoro – SAVON@PPEAL“, che ha visto il coinvolgimento di circa 400 ragazzi, oltre 2.000 dall’inizio del percorso. 

Miglior idea d’impresa in assoluto a “Elite” dell ’Istituto Falcone di Loano”

L’evento di oggi ha chiuso la settima edizione del progetto dedicato alle classi terze e quarte degli Istituti Tecnici e Professionali ad indirizzo commerciale e turistico. Ideato da Confcommercio Savona in collaborazione con la Camera di Commercio Riviere di Liguria, sostiene gli studenti nella futura scelta lavorativa e fornisce informazioni sugli attuali trend del mercato del lavoro. Grazie ad incontri con esperti di settore e visite in azienda, i ragazzi acquisiscono consapevolezza in merito all’attuale domanda di competenze professionali del settore terziario e sui fabbisogni reali dell’occupazione. 

L’iniziativa da quest’anno si inserisce a pieno titolo in Orientamenti 2019 della Regione Liguria e il concorso Dall’idea all’impresa, tra le classi degli Istituti coinvolti per la progettazione di una nuova impresa, ha ottenuto il patrocinio dell’enete regionale. Questa mattina si sono esposti i progetti e premiate le idee migliori.

Dopo i saluti ed il benvenuto dell’assessore alle attività produttive, Maria Zunato, a nome dell’amministrazione comunale, è intervenuto il presidente della Camera di Commercio, Luciano Pasquale che, attraverso un messaggio video, sottolinea l’importanza del progetto come strumento di collegamento tra il mondo della scuola e quello del lavoro. La Confcommercio è stata rappresentata dal suo presidente dei giovani imprenditori Tommaso Tortarolo che sottolinea come l’apporto delle nuove generazioni all’economia del turismo e del commercio sia fondamentale per affrontare con spirito aperto l’innovazione necessaria ad un mondo in rapidissima trasformazione.

La Regione Liguria è stata invece rappresentata dal dirigente di Alfa per la sede di Savona Giuseppe Scarrone, che ha portato i saluti ed il riconoscimento per l’iniziativa dell’assessore alla Formazione Ilaria Cavo.

Ad aprire i lavori la responsabile del Progetto Annamaria Torterolo che ha spiegato le modalità del concorso e passa la parola ai ragazzi, veri protagonisti della mattinata, che espongono le loro “idee” d’impresa. I premi in palio hanno riguardato la grafica, l’innovazione ed il miglior progetto in assoluto, tutti consistenti in buoni libro.

La scelta dei vincitori è stata davvero problematica perché tutti i progetti, nelle diverse specificità, erano costruiti con molta cura. Perciò si è ricorsi agli “ex equo” per poter riconoscere ad ogni iniziativa il giusto merito.

Premio per la grafica ex-equo a “Zucchero” dell’Istituto Falcone di Loano  e a “Il Re Basileus” dell’Istituto Giancardi di Alassio.

Premio per l’innovazione ex-equo a “Battito animale “ dell’Istituto Mazzini di Savona e a “The cat’s bar” di Rebella Alessio dell’ Istituto Boselli di Savona.

Miglior idea d’impresa in assoluto a “Elite” dell ’Istituto Falcone di Loano”, un progetto che raccoglie, senza paura, la sfida di questi anni: la competizione tra il negozio fisico e la vendita on line. Lo fa scegliendo un campo impegnativo quale quello dell’abbigliamento e della moda, utilizzando tutte le risorse che la tecnologia mette a disposizione dell’operatore commerciale. Un progetto forse ambizioso, ma se si vuole viaggiare “dall’idea all’impresa”, essere ambiziosi è un obbligo.

Infine Roberto Pone, del settore Marketing-Innovazione-Internazionalizzazione di Confcommercio nazionale, ha illustrato le chiavi di successo per chi vuole essere imprenditore.

       

Falcone di Loano in vacanza studio a Salamanca e Dublino

Per i ragazzi della scuola loanese si sono concluse due importanti esperienze formative in Spagna e Irlanda

 DUBLINO

Anche quest’anno l’istituto Giovanni Falcone di Loano ha organizzato per i propri studenti due esperienze formative linguistiche all’estero, in Spagna ed in Irlanda, confermando come la vocazione internazionale sia uno dei cardini della offerta formativa della scuola.

Ecco il resoconto attraverso il racconto del Prof. Fabrizio Falco, docente di Economia aziendale e Clil, che ha preso parte ad entrambe le iniziative.

“Lo scorso anno, al ritorno dal soggiorno studio a Salamanca, lo avevamo promesso : il Falcone sarebbe decollato verso nuove mete e con nuove esperienze da offrire ai nostri studenti. E, come consueto, siamo di stati di parola: ritorno in Spagna, dal 13 al 21 ottobre, per una riedizione di “Salamanca un anno dopo” e rotta del Falcone per un’avventura tutta nuova e da scoprire in Irlanda, destinazione Dublino, dal 23 al 30 ottobre.  Sapevamo che replicare un’esperienza in terra di Spagna come quella dello scorso anno sarebbe stata impresa ardua ma, come raramente capita quando il sequel di un bellissimo film o di un libro si dimostra meglio del primo, la seconda di Salamanca è stata un autentico capolavoro.  Ai comandi del gruppo salmantino formato da ben 39 studenti il Prof. Massimo Carcheri, che, coadiuvato dal Prof. Marco Valnegri,  ha reso l’esperienza del soggiorno studio all’estero di quest’anno una tappa ancora più completa e significativa nella crescita educativa, professionale ed umana dei nostri studenti”.

Continua il professor Falco: “Al consolidato format collaudato nella spedizione Salamanca 1, curato in maniera  esemplare dal locale Centro didattico di lingua spagnola “Dice Salamanca”, impostato su 4 ore di lezione giornaliera alla mattina e su attività in lingua nel pomeriggio, si è aggiunta la vera novità di quest’anno. Nove studenti del quarto anno di RIM (Relazioni Internazionali per il Marketing) hanno svolto il percorso di alternanza scuola lavoro in Spagna, partecipando a laboratori linguistici specifici del linguaggio imprenditoriale ed economico e a esperienze concrete in due realtà produttive locali, il museo DA2 (Domus Artium 2002) e la fabbrica di chitarre classiche “Guitarras Marce”. Presso il Museo DA2, polo museale di arte contemporanea patrocinato dal Comune di Salamanca, i nostri ragazzi  hanno avuto modo di comprendere come cultura ed impresa non siano due realtà in antitesi ma possano dialogare creando esempi virtuosi e sostenibili, in grado di produrre fatturato, impiegare personale specializzato ed avere una ricaduta positiva anche dal punto di vista sociale e culturale”.

SALAMANCA

“La seconda esperienza si è svolta presso la storica fabbrica artigianale di chitarre classiche “Guitarras Marce”, tra i leader mondiali nella produzione di questo strumento musicale. Gli studenti hanno preso visione, grazie alla visita guidata e alle spiegazioni della direttrice e figlia del fondatore, di come lavora un’impresa di piccole dimensioni che, pur conservando un’anima familiare ed artigianale, è riuscita ad affermarsi nel mondo davanti a concorrenti ben più grandi ed agguerriti. Alla sera vita in famiglia con uscite ricreative in omaggio alla proverbiale vita notturna spagnola e  negli ultimi due giorni tanto turismo, con escursioni organizzate nelle favolose città di León, Segovia e Ávila. La ciliegina finale di Salamanca 2 è stata quest’anno la partecipazione da parte del trio di insegnanti ad una serie di lezioni e conferenze in inglese, spagnolo e russo presso la locale Università, in una sorta di aggiornamento volontario e gemellaggio ideale tra il nostro istituto e una delle culle più antiche della cultura europea e mondiale ( l’università ha celebrato lo scorso anno i suoi 800 anni di attività ). Due giorni dopo il rientro da Salamanca è partito il gruppo  per l’Irlanda: capogruppo la Collaboratrice del Dirigente scolastico,  prof. Patrizia Santi, assistenti le proff. di lingua Inglese Cristina Bottino ed Elisabetta  Mazziotti, lo scrivente in qualità di ambasciatore all’estero del nostro istituto. Esperienza diversa quella irlandese, ma ugualmente formativa per i nostri ragazzi e per noi insegnanti. A Dublino l’università ospitante ci ha dato la possibilità di apprezzare in pieno la vita del campus, mettendo a nostra completa disposizione una struttura di altissimo livello in tutti i servizi offerti : palestra, piscina, servizio mensa, biblioteca, campi da gioco e sale ricreative dove poter interagire con studenti provenienti da ogni parte del mondo”.

Spiega Falco: “Al termine della mattinata di studio il gruppo partiva per le attività pomeridiane dove, al seguito di guide locali, si è andati alla scoperta di Dublino, del suo proverbiale countryside e della sua zona costiera, in una sequenza interminabile di scorci e paesaggi mozzafiato che ognuno di noi si porterà dentro per sempre. Alla sera rientro per cena in famiglia e per quella che forse, in questo tipo di esperienze, è la parte più educativa e formativa. Nella famiglia ospitante i nostri ragazzi hanno esportato non solo la simpatia e la capacità di relazione caratteristica di noi italiani, ma anche la nostra cucina, offrendosi spesso di preparare per i padroni di casa ricette tipiche della nostra tradizione. E qui il Falcone ha regalato anche ai suoi insegnanti un’esperienza indimenticabile e diversa, essendo anche noi accompagnatori ospiti di famiglie irlandesi. I Buckley per una settimana sono stati la mia famiglia. Ogni sera dopo l’impeccabile cena cucinata da Brid, comodamente seduti sul divano davanti ad un caminetto, mi perdevo con Paul e Kevin in storie di viaggi e di vita, in un’atmosfera d’intimità inaspettata e perfetta.E così alla fine il Falcone è tornato a casa pieno di racconti , con tante nuove conoscenze e con un velo di malinconia”.

Conclude il professore: “Ma la tristezza dura poco, stiamo già scrutando nuovi orizzonti per adempiere alla nostra missione di insegnanti ed educatori: vivere e far vivere ai nostri ragazzi esperienze uniche e indimenticabili, in una scuola che, per l’ambiente che offre e i valori che trasmette, è un po’ come….un soggiorno studio in famiglia. Senso di appartenenza, formazione, crescita e sviluppo della persona. Tutto questo è il Falcone, una scuola di vita.”