Archivi categoria: NEWS

Confcommercio, “Orientamento al lavoro”

La settima edizione del progetto ha visto il coinvolgimento di circa 400 studenti, oltre 2.000 dall’inizio del percorso.

Savona. Per il settimo anno consecutivo oltre 200 gli studenti degli Istituti Secondari Superiori Tecnico-Commerciali e Turistici della Provincia di Savona, sono stati presenti questa mattina nella Sala della Sibilla del Priamar a Savona per la conclusione del progetto “Orientamento al lavoro – SAVON@PPEAL“, che ha visto il coinvolgimento di circa 400 ragazzi, oltre 2.000 dall’inizio del percorso. 

Miglior idea d’impresa in assoluto a “Elite” dell ’Istituto Falcone di Loano”

L’evento di oggi ha chiuso la settima edizione del progetto dedicato alle classi terze e quarte degli Istituti Tecnici e Professionali ad indirizzo commerciale e turistico. Ideato da Confcommercio Savona in collaborazione con la Camera di Commercio Riviere di Liguria, sostiene gli studenti nella futura scelta lavorativa e fornisce informazioni sugli attuali trend del mercato del lavoro. Grazie ad incontri con esperti di settore e visite in azienda, i ragazzi acquisiscono consapevolezza in merito all’attuale domanda di competenze professionali del settore terziario e sui fabbisogni reali dell’occupazione. 

L’iniziativa da quest’anno si inserisce a pieno titolo in Orientamenti 2019 della Regione Liguria e il concorso Dall’idea all’impresa, tra le classi degli Istituti coinvolti per la progettazione di una nuova impresa, ha ottenuto il patrocinio dell’enete regionale. Questa mattina si sono esposti i progetti e premiate le idee migliori.

Dopo i saluti ed il benvenuto dell’assessore alle attività produttive, Maria Zunato, a nome dell’amministrazione comunale, è intervenuto il presidente della Camera di Commercio, Luciano Pasquale che, attraverso un messaggio video, sottolinea l’importanza del progetto come strumento di collegamento tra il mondo della scuola e quello del lavoro. La Confcommercio è stata rappresentata dal suo presidente dei giovani imprenditori Tommaso Tortarolo che sottolinea come l’apporto delle nuove generazioni all’economia del turismo e del commercio sia fondamentale per affrontare con spirito aperto l’innovazione necessaria ad un mondo in rapidissima trasformazione.

La Regione Liguria è stata invece rappresentata dal dirigente di Alfa per la sede di Savona Giuseppe Scarrone, che ha portato i saluti ed il riconoscimento per l’iniziativa dell’assessore alla Formazione Ilaria Cavo.

Ad aprire i lavori la responsabile del Progetto Annamaria Torterolo che ha spiegato le modalità del concorso e passa la parola ai ragazzi, veri protagonisti della mattinata, che espongono le loro “idee” d’impresa. I premi in palio hanno riguardato la grafica, l’innovazione ed il miglior progetto in assoluto, tutti consistenti in buoni libro.

La scelta dei vincitori è stata davvero problematica perché tutti i progetti, nelle diverse specificità, erano costruiti con molta cura. Perciò si è ricorsi agli “ex equo” per poter riconoscere ad ogni iniziativa il giusto merito.

Premio per la grafica ex-equo a “Zucchero” dell’Istituto Falcone di Loano  e a “Il Re Basileus” dell’Istituto Giancardi di Alassio.

Premio per l’innovazione ex-equo a “Battito animale “ dell’Istituto Mazzini di Savona e a “The cat’s bar” di Rebella Alessio dell’ Istituto Boselli di Savona.

Miglior idea d’impresa in assoluto a “Elite” dell ’Istituto Falcone di Loano”, un progetto che raccoglie, senza paura, la sfida di questi anni: la competizione tra il negozio fisico e la vendita on line. Lo fa scegliendo un campo impegnativo quale quello dell’abbigliamento e della moda, utilizzando tutte le risorse che la tecnologia mette a disposizione dell’operatore commerciale. Un progetto forse ambizioso, ma se si vuole viaggiare “dall’idea all’impresa”, essere ambiziosi è un obbligo.

Infine Roberto Pone, del settore Marketing-Innovazione-Internazionalizzazione di Confcommercio nazionale, ha illustrato le chiavi di successo per chi vuole essere imprenditore.

       

Falcone di Loano in vacanza studio a Salamanca e Dublino

Per i ragazzi della scuola loanese si sono concluse due importanti esperienze formative in Spagna e Irlanda

 DUBLINO

Anche quest’anno l’istituto Giovanni Falcone di Loano ha organizzato per i propri studenti due esperienze formative linguistiche all’estero, in Spagna ed in Irlanda, confermando come la vocazione internazionale sia uno dei cardini della offerta formativa della scuola.

Ecco il resoconto attraverso il racconto del Prof. Fabrizio Falco, docente di Economia aziendale e Clil, che ha preso parte ad entrambe le iniziative.

“Lo scorso anno, al ritorno dal soggiorno studio a Salamanca, lo avevamo promesso : il Falcone sarebbe decollato verso nuove mete e con nuove esperienze da offrire ai nostri studenti. E, come consueto, siamo di stati di parola: ritorno in Spagna, dal 13 al 21 ottobre, per una riedizione di “Salamanca un anno dopo” e rotta del Falcone per un’avventura tutta nuova e da scoprire in Irlanda, destinazione Dublino, dal 23 al 30 ottobre.  Sapevamo che replicare un’esperienza in terra di Spagna come quella dello scorso anno sarebbe stata impresa ardua ma, come raramente capita quando il sequel di un bellissimo film o di un libro si dimostra meglio del primo, la seconda di Salamanca è stata un autentico capolavoro.  Ai comandi del gruppo salmantino formato da ben 39 studenti il Prof. Massimo Carcheri, che, coadiuvato dal Prof. Marco Valnegri,  ha reso l’esperienza del soggiorno studio all’estero di quest’anno una tappa ancora più completa e significativa nella crescita educativa, professionale ed umana dei nostri studenti”.

Continua il professor Falco: “Al consolidato format collaudato nella spedizione Salamanca 1, curato in maniera  esemplare dal locale Centro didattico di lingua spagnola “Dice Salamanca”, impostato su 4 ore di lezione giornaliera alla mattina e su attività in lingua nel pomeriggio, si è aggiunta la vera novità di quest’anno. Nove studenti del quarto anno di RIM (Relazioni Internazionali per il Marketing) hanno svolto il percorso di alternanza scuola lavoro in Spagna, partecipando a laboratori linguistici specifici del linguaggio imprenditoriale ed economico e a esperienze concrete in due realtà produttive locali, il museo DA2 (Domus Artium 2002) e la fabbrica di chitarre classiche “Guitarras Marce”. Presso il Museo DA2, polo museale di arte contemporanea patrocinato dal Comune di Salamanca, i nostri ragazzi  hanno avuto modo di comprendere come cultura ed impresa non siano due realtà in antitesi ma possano dialogare creando esempi virtuosi e sostenibili, in grado di produrre fatturato, impiegare personale specializzato ed avere una ricaduta positiva anche dal punto di vista sociale e culturale”.

SALAMANCA

“La seconda esperienza si è svolta presso la storica fabbrica artigianale di chitarre classiche “Guitarras Marce”, tra i leader mondiali nella produzione di questo strumento musicale. Gli studenti hanno preso visione, grazie alla visita guidata e alle spiegazioni della direttrice e figlia del fondatore, di come lavora un’impresa di piccole dimensioni che, pur conservando un’anima familiare ed artigianale, è riuscita ad affermarsi nel mondo davanti a concorrenti ben più grandi ed agguerriti. Alla sera vita in famiglia con uscite ricreative in omaggio alla proverbiale vita notturna spagnola e  negli ultimi due giorni tanto turismo, con escursioni organizzate nelle favolose città di León, Segovia e Ávila. La ciliegina finale di Salamanca 2 è stata quest’anno la partecipazione da parte del trio di insegnanti ad una serie di lezioni e conferenze in inglese, spagnolo e russo presso la locale Università, in una sorta di aggiornamento volontario e gemellaggio ideale tra il nostro istituto e una delle culle più antiche della cultura europea e mondiale ( l’università ha celebrato lo scorso anno i suoi 800 anni di attività ). Due giorni dopo il rientro da Salamanca è partito il gruppo  per l’Irlanda: capogruppo la Collaboratrice del Dirigente scolastico,  prof. Patrizia Santi, assistenti le proff. di lingua Inglese Cristina Bottino ed Elisabetta  Mazziotti, lo scrivente in qualità di ambasciatore all’estero del nostro istituto. Esperienza diversa quella irlandese, ma ugualmente formativa per i nostri ragazzi e per noi insegnanti. A Dublino l’università ospitante ci ha dato la possibilità di apprezzare in pieno la vita del campus, mettendo a nostra completa disposizione una struttura di altissimo livello in tutti i servizi offerti : palestra, piscina, servizio mensa, biblioteca, campi da gioco e sale ricreative dove poter interagire con studenti provenienti da ogni parte del mondo”.

Spiega Falco: “Al termine della mattinata di studio il gruppo partiva per le attività pomeridiane dove, al seguito di guide locali, si è andati alla scoperta di Dublino, del suo proverbiale countryside e della sua zona costiera, in una sequenza interminabile di scorci e paesaggi mozzafiato che ognuno di noi si porterà dentro per sempre. Alla sera rientro per cena in famiglia e per quella che forse, in questo tipo di esperienze, è la parte più educativa e formativa. Nella famiglia ospitante i nostri ragazzi hanno esportato non solo la simpatia e la capacità di relazione caratteristica di noi italiani, ma anche la nostra cucina, offrendosi spesso di preparare per i padroni di casa ricette tipiche della nostra tradizione. E qui il Falcone ha regalato anche ai suoi insegnanti un’esperienza indimenticabile e diversa, essendo anche noi accompagnatori ospiti di famiglie irlandesi. I Buckley per una settimana sono stati la mia famiglia. Ogni sera dopo l’impeccabile cena cucinata da Brid, comodamente seduti sul divano davanti ad un caminetto, mi perdevo con Paul e Kevin in storie di viaggi e di vita, in un’atmosfera d’intimità inaspettata e perfetta.E così alla fine il Falcone è tornato a casa pieno di racconti , con tante nuove conoscenze e con un velo di malinconia”.

Conclude il professore: “Ma la tristezza dura poco, stiamo già scrutando nuovi orizzonti per adempiere alla nostra missione di insegnanti ed educatori: vivere e far vivere ai nostri ragazzi esperienze uniche e indimenticabili, in una scuola che, per l’ambiente che offre e i valori che trasmette, è un po’ come….un soggiorno studio in famiglia. Senso di appartenenza, formazione, crescita e sviluppo della persona. Tutto questo è il Falcone, una scuola di vita.”

Borse di studio libri di testo 2019-2020

La Regione Liguria ha emanato in questi giorni i nuovi bandi per le BORSE DI STUDIO 2019, destinate ad un’enorme platea di studenti: tutti gli alunni delle scuole elementari (primarie), medie (secondarie di primo grado) e superiori (secondarie di secondo grado), sia statali che paritarie.

BANDO LIBRI 2019

FREQUENZA

Le borse di studio sono di due tipi:

  • Borse di studio per le spese di iscrizione e frequenza scolastica per gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori.
  • Borse di studio per le spese per l’acquisto dei libri di testo per gli studenti delle scuole medie e superiori.

L’importo massimo della borsa di studio è il seguente:

  • Euro 600 per la scuola elementare;
  • Euro 800 per la scuola media;
  • Euro 1.100 per la scuola superiore.

Da evidenziare i nuovi criteri, fortemente voluti dall’Assessore Ilaria Cavo, che da tre anni disciplinano le borse di studio e che hanno portato fino a raddoppiare il numero dei vincitori di borse di studio per spese di iscrizione e frequenza e ad aumentare del 25% quello dei vincitori di borse di studio per libri di testo.

Le modifiche principali sono state:

  • l’aumento della soglia massima di reddito per accedere alla borsa di studio, che da euro 30.000 (ISEE) è stata portata ad euro 50.000;
  • l’aumento della quota di rimborso della spesa sostenuta (circa il 20% in più, arrivando a coprire il 60% della spesa).

Il fine di queste modifiche è stato quello di allargare notevolmente la platea dei beneficiari e quindi poter destinare maggiori risorse al sostegno delle famiglie degli studenti, nell’intento di garantire sempre di più il diritto allo studio di tutti gli alunni.

La novità introdotta lo scorso anno per i residenti nel Comune di Genova è la procedura on line per la compilazione e l’inoltro della domanda per il rimborso della spesa sostenuta per i libri di testo.

Le istruzioni e i moduli per la presentazione delle domande sono ritirabili presso tutti gli Istituti Scolastici o scaricabili dai siti web www.regione.liguria.it,  www.aliseo.liguria.it, www.giovaniliguria.it.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 30 novembre 2019.

Per chiarimenti è anche disponibile un CALL CENTER al numero 840848028, operativo dal 16 settembre al 29 novembre 2019 dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00.

Genova, 13 settembre 2019

Il Responsabile del Procedimento

(Cristina Pozzi)