Archivi autore: administrator

Mostra: “La storia del costume”

A Loano la mostra su “La storia del costume” degli studenti dell’istituto Falcone

Dedicata alla moda quale specchio visivo della società, in ogni suo elemento, la mostra realizzata dagli studenti dell’istituto Falcone di Loano nella Sala del Mosaico di Palazzo Doria sino al 10 giugno 2022.

L’esposizione, dal titolo “La storia del costume”, parte dal presupposto che lo studio della moda e delle sue evoluzioni dà luogo a molteplici approcci e interpretazioni. Tutti i capi di abbigliamento sono stati creati, sviluppati e modificati partendo da origini geografiche e culturali molto diverse. Riflettono i valori, le convinzioni, i costumi e le esigenze delle persone da cui sono stati pensati.

La storia del costume che si sussegue nei secoli è un continuo mutamento. Senza “confini” temporali o geografici: un’epoca sconfina nell’altra e il tuffo nel passato risulta curiosamente affascinante. L’esposizione ripercorre brevemente i secoli che vanno dal lontano ‘400 al più contemporaneo ‘900 attraverso sei pannelli espositivi corrispondenti ciascuno alla moda di un secolo”.

Su ciascun pannello troviamo: una moodboard fotografica con immagini rappresentative dell’epoca, colori, foto di personalità di spicco, accessori e altro; schede con brevi rifermenti alla storia del costume che considera gli elementi principali dell’abbigliamento; la stampa di un quadro rappresentativo dell’epoca da cui gli studenti hanno rilevato un particolare che è stato realizzato nel laboratorio moda; un lavoro realizzato in laboratorio dagli alunni del terzo anno del corso Sistema Moda ai primi approcci con il cucito (questa realizzazione è da considerarsi una libera interpretazione, sia per i materiali che per i colori, cercando di rendere al meglio l’effetto finale corrispondente all’immagine di riferimento); l’esposizione di alcuni disegni di figurini con abiti ispirati al periodo storico preso in considerazione.

 

 

Teatro e legalità: “Girls Side Story”

Loano/Pietra Ligure. A conclusione del Laboratorio di Teatro dell’Istituto Falcone di Loano si terranno oggi al teatro Moretti di Pietra Ligure due rappresentazioni dello spettacolo “Girls Side Story”, diretto dal regista Nello Simoncini e interpretato dagli studenti della scuola: la prima in mattinata rivolta agli alunni dell’Istituto e la seconda alle ore 21 aperta al pubblico.

Il tema trattato, su sceneggiatura del prof. Mauro Canova, permetterà di comprendere la visione che hanno i giovani su alcune drammatiche problematiche inerenti il bullismo e i crimini legati all’odio.

Partendo da un contest musicale, la vicenda vedrà affrontarsi due bande rivali, le Cute e le Goths, che si sfideranno per il dominio della scuola ed effettueranno a tale proposito azioni di piccola criminalità e sopraffazione sui compagni. Ma all’interno della sfida musicale e territoriale, una ragazza delle Cute, di nome Grace, finirà per innamorarsi, ricambiata, di una rappresentante delle Goths, Spirit. Il fatto verrà presto scoperto e ci saranno molte sorprese.

Dopo due anni di Covid i ragazzi del gruppo teatrale dell’Istituto Falcone tornano perciò di nuovo a calcare le scene e lo fanno parlando di temi che permettono alla scuola di costruire cittadini consapevoli, così come era già avvenuto in passato quando erano stati rappresentati “I cento passi” sulla vita di Peppino Impastato, “Somari con le ali” sulla vicenda di Pio La Torre o “Il giorno della civetta” di Sciascia.

Teatro e legalità dunque, in un connubio inscindibile che rappresenta il filo conduttore del progetto educativo dell’Istituto Falcone di Loano.

Professioni Tecniche per l’Edilizia e il Territorio

Oggi il prof. Domenico Sguerso, docente ordinario di Geomatica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Universita di Genova e il geom. Marco Bruzzo, in rappresentanza del Collegio dei Geometri e dei Geometri laureati della Provincia di Savona hanno incontrato gli allievi del 4^ e 5^ anno del corso Costruzioni Ambiente e Territorio dell’Istituto Falcone di Loano per presentare il nuovo percorso di studi di Laurea in Professioni Tecniche per l’Edilizia e il Territorio L P01, percorso abilitante alla professione di Geometra che debutta a Genova per il prossimo anno accademico.

Questo corso costituirà la via per arrivare alla libera professione con possibilità di migliorare notevolmente le proprie competenze professionali indispensabili per affrontare adeguatamente il mondo del lavoro. Un settore molto vivo in questo momento con grandi possibilità lavorative per chi ha una preparazione adeguata ai cambiamenti in atto. La laurea abilitante prevederà due anni con formazione teorica e laboratoriale e un terzo anno con tirocinio presso aziende, studi tecnici, imprese di costruzioni. La conclusione sarà la discussione di una tesi finale. Con il superamento dell’esame finale l’allievo potrà iscriversi direttamente al Collegio professionale. L’interesse per questa nuova possibilità formativa è alto e sicuramente a settembre questo corso di Laurea avrà diversi allievi dell’istituto tra i suoi frequentanti. Un ringraziamento sentito al Prof. Domenico Sguerso e al geom. Marco Bruzzo per la disponibilità nel mantenere attiva ed efficace la sinergia formativa tra l’istituto Falcone e gli altri soggetti formatori per supportare adeguatamente i ragazzi nelle loro scelte future.

Gli studenti studiano la metacognizione

Didattica innovativa all’istituto Falcone di Loano:
gli studenti studiano la metacognizione

Loano. Con l’anno scolastico ormai agli sgoccioli, è tempo di bilancio per i circa 350 studenti del primo anno delle scuole secondarie superiori iscritti all’istituto Falcone di Loano. I ragazzi hanno preso parte, tra ottobre e marzo, a un innovativo percorso di metacognizione e outdoor education, ideato per aiutarli ad affrontare le sfide scolastiche con serenità e motivazione.

“L’istituto Falcone, sempre proattivo nel rispondere ai bisogni dei propri allievi, ha deciso di mettere a disposizione di tutte le 14 classi prime appartenenti a tutti i percorsi di studio (Amministrazione Finanza e Marketing, Liceo Scientifico, Costruzione-Ambiente-Territorio, Grafica, Sistema Moda, Turistico), una serie di incontri realizzati dalla dottoressa Paola Ricca, specialista in metacognizione e outdoor education, nonché presidente della associazione senza scopo di lucro +Gioco +Penso +Sono, fondata dopo il lock down per favorire la conoscenza e la diffusione delle dinamiche educative outdoor tra insegnanti e genitori”, spiegano dalla dirigenza scolastica.

Scopo del progetto, infatti, è stato quello di utilizzare le dinamiche insite in un percorso outdoor (in questo caso svolto nelle aree verdi della scuola) per facilitare l’apprendimento collaborativo tra gli studenti, oltre che per generare un maggiore coinvolgimento e attivazione. “Il tema da trattare era complesso e importante – spiega Paola Ricca – Volevamo spaziare dal funzionamento della mente durante l’apprendimento, alla conoscenza delle strategie di studio più efficaci. In un’aula tradizionale ci sarebbe voluto molto più tempo per attivare la consapevolezza dei ragazzi e sollecitare la loro partecipazione. All’aperto, invece, cadono rapidamente molte barriere e si può proporre un’interazione più giocosa anche se ugualmente seria e significativa”.

Da giugno sarà possibile sperimentare direttamente sul campo le dinamiche di outdoor education per tutti i bambini e ragazzi dai 3 ai 16 anni. L’ associazione + Gioco +Penso +Sono inaugurerà infatti il proprio spazio esperienziale a Loano, in via degli Alpini 50bis, con un parco di oltre 5000 metri, denominato Giocolibrio, in cui vari elementi naturali (prato, bosco, frutteto, orto e zone ombrose, oltre a tre aule coperte) si alternano ad attrezzature educative orchestrate per l’apprendimento e l’educazione outdoor d’avanguardia.

LISTA DEI VINCITORI (link  ELENCO VINCITORI METACOGNIZIONE)

FOTO ATTIVITA’ CON LE CLASSI (link FOTO METACOGNIZIONE)

 

Welcome Falcone: FOTO

PROGETTO WELCOME FALCONE: METACOGNIZIONE
FOTO

1A COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO E GRAFICA

 

1B AMMINISTRAZIONE E MARKETING

1B GRAFICA

1B LICEO

1G AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

1C AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

1C SISTEMA MODA

1E AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

1E SISTEMA MODA

1E TURISMO

Lezione sulla passeggiata Loano per il corso CAT

Lezione sulla passeggiata mare di Loano per gli allievi del corso CAT

La fortuna di avere lo splendido litorale di Loano a pochi passi dalla scuola, la disponibilità e preparazione dell’ ing. Alessandro Chini, progettista e Direttore dei lavori di ripascimento del litorale di ponente di Loano e una fantastica giornata di sole di fine aprile e voilà la lezione è servita.

Gli allievi delle classi 3^ e 4^ CAT oggi 29 aprile hanno partecipato a una lezione illustrativa a margine del cantiere marittimo in attività sulla spiaggia mediante il quale si sta perseguendo un ampliamento e consolidamento dell’arenile, che, con le mareggiate di intensità eccezionale del 2018 e 2019, è stato pesantemente eroso.

Massi di dimensioni ragguardevoli sono sistemati, anche con l’utilizzo di pontoni galleggianti e grandi macchine di movimento terra, in modo da costituire una diga soffolta la cui finalità sarà proteggere la sabbia del litorale dal moto ondoso.

L’ing. Chini ha illustrato tutta l’attività di tracciamento delle opere, verifica e monitoraggio dei lavori che viene svolta anche mediante utilizzo di droni, rilievi satellitari, scansioni laser 3D e tecnologie avanzate, per una riuscita perfetta del progetto e un controllo approfondito di tutte le fasi.

Lavori di questo tipo costituiscono anche una interessante prospettiva lavorativa per i nostri ragazzi che si stanno affacciando al mondo del lavoro.

Figure tecniche come il diplomato CAT, ex Geometra, con ottime competenze tecniche e tecnologiche sono molto ricercate in questo momento dal mondo del lavoro, ora più che mai fluido e in rapida evoluzione.

Un grazie sentito all’Ing. Alessandro Chini per aver condiviso con i nostri ragazzi le sue appassionate competenze tecniche e per aver dedicato alla nostra attività didattica una parte del suo tempo.

Gruppo Radio Falcone

Istituto di Loano riceve via libera ministeriale per trasmettere su bande radioamatoriali: avviato il progetto Gruppo Radio Falcone

L’obiettivo: “Portare a conoscenza dei giovani i vari sistemi di telecomunicazioni, le loro modalità applicative, specie nel campo della protezione civile e dei radioamatori”

Loano. Da qualche mese, presso l’istituto Falcone di Loano, si sta realizzando il progetto “Gruppo Radio Falcone” attivato dai professori Renzo Bozano (in radio IW1QOB) e Francesco Imbesi (in radio IK1HLG), grazie ai quali, essendo entrambi radioamatori, la scuola ha ricevuto il nominativo ministeriale per poter trasmettere sulle bande radioamatoriali.

“Tale iniziativa – spiegano dall’istituto loanese -, inserita anche nelle attività di Pcto, ha come obiettivo quello di portare a conoscenza dei giovani i vari sistemi di telecomunicazioni, le loro modalità applicative, specie nel campo della protezione civile e dei radioamatori in particolare”.

“Nelle ultime settimane gli studenti hanno vissuto due nuove interessanti esperienze: la visita alla sezione ARI di Loano e la partecipazione al contest ‘110 anni SOS dal Titanic’. In merito alla prima attività, gli alunni iscritti al gruppo hanno trascorso il pomeriggio del 22 febbraio recandosi nella sede della sezione ARI di Loano, dove hanno ricevuto i saluti del sindaco di Loano, Luca Lettieri, che, tra l’altro, ha illustrato come, in occasione di calamità naturali sul territorio loanese, sia stato determinante l’intervento di protezione civile dei radioamatori, e quelli del presidente della sezione Tony Gallo” aggiungono.

“Sempre in questa occasione gli alunni hanno potuto visionare da vicino apparecchiature di vario tipo e osservare, con grande interesse e partecipazione, le diverse tipologie di antenne utilizzate dalla sezione (che sotto il profilo teorico avevano avuto modo di conoscere durante le precedenti lezioni) grazie alla presenza di diversi soci della sezione – proseguono dall’istituto Falcone -. La seconda esperienza, che si è appena conclusa, ha riguardato la partecipazione al contest tra radioamatori di tutto il mondo, attivato per il 110° anniversario dell’affondamento del Titanic, dove, grazie all’ utilizzo della radio presente a bordo del transatlantico, si sono riusciti a salvare centinaia di naufraghi (radio peraltro brevettata da Guglielmo Marconi pochi anni prima, nel 1897)”.

Appena venuti a conoscenza di questa iniziativa, tutti i componenti del G.R.F. hanno manifestato con entusiasmo il desiderio di partecipare: a questo scopo sono state attivate tutte le procedure burocratiche per ottenere un nominativo speciale che, ironia della sorte, è stato IY1TIT, attribuito per la prima volta in assoluto all’Istituto Falcone di Loano. I risultati dell’attività sono stati eccellenti: in 10 giorni sono stati collezionate 5.000 richieste di contatto provenienti da oltre 85 Paesi stranieri, il più distante dei quali si è collegato da 18.317 Km (nella foto alcuni alunni del G.R.F. che si sono alternati alla Radio e al computer per memorizzare i collegamenti effettuati)”.

“A questo punto è doveroso ringraziare alcune persone, grazie alle quali questa iniziativa ha avuto successo – concludono dall’istituto -. Il G.R.F. ringrazia innanzitutto la dirigente scolastica Ivana Mandraccia per il sostegno all’iniziativa, il sindaco di Loano Luca Lettieri, l’Associazione radioamatori italiani, sezione di Loano, nella persona del suo presidente e dei soci, radioamatori veterani, che hanno assistito i ragazzi durante tutto il contest oltre ad aver messo a disposizione, in uso gratuito, un apparato ricetrasmittente in onde corte e la relativa antenna. Infine un ringraziamento di cuore a Claudio Cordeglio, esperto di informatica, che ha fornito uno speciale software in grado di rendere visibile online e just-in-time ogni collegamento effettuato. Naturalmente l’avventura continua”.